|Home |Chi sono |A Chi mi rivolgo          

 

Logopedia e Scuola

 

  Deficit Fonologico   Fonetico  cognitivo  

  DEGLUTIZIONE    disfonia   Infantile  

IPOACUSIA  LINGUAGGIO  BALBUZIE 

   CORO    ORALE   DISTURBO SPECIFICO  

 

Scuola Materna - La Logopedia quando?

 

Le difficoltà all’apprendimento della lettura e della scrittura (in assenza di deficit neurologici, cognitivi, sensoriali e relazionali ) sono evidenti già dall’ultimo anno della scuola materna. Le difficoltà all’apprendimento della lettura e della scrittura (in assenza di deficit neurologici, cognitivi, sensoriali e relazionali ) sono evidenti già dall’ultimo anno della scuola materna.

Tali difficoltà si manifestano:

          • a livello visuo-percettivo (es. difficoltà nella discriminazione visiva, nel completamento visivo, nella percezione dei rapporti spaziali, ecc.)
          • a livello grafo-motorio (es. difficoltà motorie, manuali e prassiche, difficoltà di organizzazione sequenziale nel tempo, ecc.)
          • a livello metafonologico (es. difficoltà nel riconoscimento e nella manipolazione dei fonemi che compongono la parola e precisamente difficoltà nella segmentazione e fusione sillabica, nel riconoscimento della sillaba iniziale di parola, nel riconoscimento delle rime, ecc.)

        Anche un disturbo specifico di linguaggio può incidere negativamente sul percorso di alfabetizzazione.

       

 

 

Scuola Elementare - La Logopedia quando?

 

I disturbi specifici di apprendimento (dislessia, disortografia, discalculia e disgrafia) escludono la presenza di deficit neurologici, cognitivi, sensoriali e relazionali e situazioni ambientali di svantaggio socio-culturale.

I disturbi specifici di apprendimento (dislessia, disortografia, discalculia e disgrafia) escludono la presenza di deficit neurologici, cognitivi, sensoriali e relazionali e situazioni ambientali di svantaggio socio-culturale. Tali disturbi vengono solitamente diagnosticati dal secondo anno della scuola primaria e si manifestano come difficoltà:

            • a riconoscere e manipolare i fonemi che compongono le parole (es. fusione e segmentazione fonemica).
            • a capire quanto si è letto.
            • a leggere in maniera corretta.
            • a leggere in maniera spedita e fluente.
            • a scrivere in maniera corretta dal punto di vista ortografico.
            • a scrivere in maniera corretta dal punto di vista grafo-motorio.
            • ad eseguire compiti numerici e aritmetici di base, quindi ad apprendere il calcolo.

 

 

 

Scuola Media - La Logopedia quando?

 

I disturbi specifici di apprendimento (dislessia, disortografia, discalculia e disgrafia) possono inficiare le varie attività di studio nella scuola secondaria di primo grado. I disturbi specifici di apprendimento (dislessia, disortografia, discalculia e disgrafia) possono inficiare le varie attività di studio nella scuola secondaria di primo grado.

 

Tali disturbi si manifestano come difficoltà:

          • di comprensione della lettura.
          • di decodifica della lettura (correttezza e rapidità).
          • di automatizzazione della scrittura.
          • di apprendimento della matematica.
          • di soluzione di problemi matematici.

        A ciò si aggiungano deficit delle abilità metacognitive (di consapevolezza personale) le quali rivestono un ruolo importante per un approccio strategico allo studio.

       

DURANTE LA SCUOLA ELEMENTARE E MEDIA

 

Quando il disturbo di apprendimento non è specifico perchè in presenza di altre patologie o anomalie sensoriali, neurologiche, cognitive e psicopatologiche (es. disturbo di apprendimento in Ritardo Mentale)

 

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

|Copyright 2009/12 |P.IVA 02385810128